Il prossimo 1 maggio entrerà in vigore l’era REIWA quando Naruhito diventerà imperatore al posto del padre Akihito.

L’attuale era giapponese è l’HEISEI (siamo nell’Anno 31) che significa «compimento della pace», ma avrà termine a breve. La nuova Era che, che inizierà a scandire il tempo il prossimo 1 maggio, si chiamerà «REIWA»: «Rei» ha significati connessi a «ordine», «comando» e «auspicio» e «Wa» viene tradotto in «pace» e «armonia».
«Questo nome riflette l’unità spirituale del popolo giapponese» ha spiegato il premier Shinzo Abe sul significato del nome REIWA. Abe ha anche detto che REIWA rappresenta l’aspirazione che «nel nostro popolo ognuno si prenda cura dell’altro, in un bel clima».

Reiwa

Con l’entrata dell’Era REIWA il Giappone ripartirà dall’Anno 1, quando il principe Naruhito succederà come imperatore al padre Akihito (che abdica a 85 anni). I giapponesi sanno bene di essere nel 2019, ma apprezzano ancora la tradizione del tempo che scorre secondo l’Era del loro imperatore.

I due kanji di REIWA saranno impressi sulle monete, sui calendari, sulle testate dei quotidiani e sull’intestazione dei documenti ufficiali.

La scelta del nome dell’Era è stata fatta da un comitato di saggi esperti in storia e letteratura i quali hanno selezionato una lista ristretta e l’ha sottoposta al governo che ha deciso in una riunione segreta per «Reiwa».

Qui, nel blog di Enrico Neami, potrete trovare maggiori informazioni ed approfondimenti sulla metodologia di scelta del nome delle Ere.

Secondo la tradizione ogni periodo imperiale del Giappone, definito «GENGO», deve essere identificato da una parola formata da due caratteri, facili da scrivere e leggere.

La selezione dei nomi delle Ere parte da caratteri derivati da citazioni dei classici della letteratura cinese. Ad esempio l’attuale era HEISEI derivava dallo «Shiki» (I Registri del Grande Storico) e «Shokyo» (Il Libro dei Documenti).

Tuttavia l’attuale governo ha spezzato questa consuetudine ricorrendo a riferimenti dei classici letterari nipponici. E in effetti REIWA discende dal «Manyoshu», un’antica raccolta di poesie giapponesi che descrivono il profumo dei fiori di prugno che viaggiano nel vento fresco di inizio primavera.

La Famiglia Imperiale Giapponese